vai al contenuto. vai al menu principale.
Accesso

La città di Casteggio appartiene a: Regione Lombardia - Provincia di Pavia

Collegamenti ai social networks

Seguici su

Modalità presentazione candidature per elezioni

Scheda del servizio

ELEZIONE DIRETTA DEL SINDACO e DEL CONSIGLIO COMUNALE
(COMUNI INFERIORI AI 15.000 ABITANTI)

PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE
La presente GUIDA non riveste alcun carattere di ufficialità, ma vuole essere unicamente un piccolo contributo ai partiti, gruppi politici, movimento e/o singoli cittadini per facilitarli nelle operazioni per la presentazione di liste di candidati alle elezioni comunali che si svolgeranno il 25 maggio 2014.
I comizi elettorali per l’elezione diretta del Sindaco e del Consiglio comunale sono stati convocati con decreto n. 12511 – 08.04.2014 del Prefetto della Provincia di Pavia.


ELENCO DEI DOCUMENTI NECESSARI
Per la presentazione delle candidature è necessaria la produzione dei seguenti documenti:
a) candidature alla carica di sindaco e lista dei candidati alla carica di consigliere comunale;
b) dichiarazione di presentazione della lista;
c) certificati attestanti che i presentatori della lista sono iscritti nelle liste elettorali del comune;
d) dichiarazioni autenticate di accettazione della candidatura per la carica di sindaco e per la carica di consigliere comunale;
e) certificati attestanti che i candidati sono iscritti nelle liste elettorali di un comune della Repubblica;
f) modello di contrassegno di lista;
g) copia del programma amministrativo.


CANDIDATURA ALLA CARICA DI SINDACO E LISTA DEI CANDIDATI ALLA CARICA DI CONSIGLIERE COMUNALE
Ogni lista deve comprendere un numero di candidati non superiore al numero dei consiglieri da eleggere e non inferiore ai tre quarti.

Dimensione del Comune: superiore a 3.000 e fino a 10.000 abitanti
Consiglieri assegnati: n. 12
Consiglieri da candidare (numero minimo): n. 9
Seggi attribuiti alla lista del Sindaco eletto: n. 8

I candidati compresi nella lista devono essere contrassegnati con un numero d’ordine progressivo. Con la lista deve anche essere presentato il nome e cognome del candidato a sindaco.
Dei singoli candidati, la lista deve indicare il cognome, il nome, il luogo e la data di nascita.

PRESENZA NELLE LISTE DEI CANDIDATI DI ENTRAMBI I GENERI
L’articolo 2 della legge 23 novembre 2012 n. 215 detta nuove norme volte ad assicurare la presenza di rappresentanti dei due sessi nelle liste di candidati per i comuni fino a 15.000 abitanti. Questa modifica presenta però una diversa modulazione a seconda che si tratti di comuni sotto 5.000 abitanti e da 5.000 a 15.000 abitanti.
1. Per l’elezione dei comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti è previsto che nelle liste dei candidati è assicurata la rappresentanza di entrambi i sessi. La legge, tuttavia, non stabilisce misure sanzionatorie a carico delle liste che non assicurano la rappresentanza di entrambi i sessi.
2. Per i comuni con popolazione pari o superiore a 5.000 abitanti il legislatore stabilisce disposizioni più penetranti; viene, infatti, prevista una quota massima di candidati del genere più rappresentato in ciascuna lista, pari a due terzi dei candidati (ammessi) della stessa lista.

DICHIARAZIONE DI PRESENTAZIONE DELLA LISTA
La lista dei candidati va presentata con apposita dichiarazione scritta. La legge non prescrive una particolare formulazione per detta dichiarazione: sarà, perciò, sufficiente che contenga i requisiti sostanziali che la legge stessa richiede. Con la lista va anche presentato il nome e cognome del candidato alla carica di sindaco e il programma amministrativo da affiggere all’Albo pretorio.

Detti requisiti sono:

a) Numero dei presentatori
La dichiarazione di presentazione delle liste dei candidati al consiglio comunale e delle collegate candidature alla carica di sindaco per ogni comune deve essere sottoscritta da un minimo e da un massimo di elettori:

Dimensioni del comune: da 5.001 a 10.000 abitanti
Firme richieste
Numero minimo: 60
Numero massimo: 120

Sembra logicamente inammissibile e contrario alla funzione assegnata dalla legge alla dichiarazione di cui trattasi che i candidati figurino tra i presentatori delle liste e, pertanto, le loro eventuali sottoscrizioni devono ritenersi non apposte.
Nessun elettore può sottoscrivere più di una dichiarazione di presentazione di lista, sotto pena di gravi sanzioni.

b) Sottoscrizione da parte dei presentatori
La dichiarazione deve essere firmata dagli elettori presentatori, che deve avvenire su appositi moduli riportanti il contrassegno di lista, il nome, il cognome, luogo e data di nascita dei candidati, nonché il nome, cognome, luogo e data di nascita dei sottoscrittori.
La firma del sottoscrittore, in ogni caso, deve essere autenticata dai notai, i giudici di pace, i cancellieri e i collaboratori delle cancellerie dei tribunali e delle preture, i segretari delle procure della Repubblica, i sindaci, gli assessori comunali, i presidenti dei consigli comunali, i segretari comunali e i funzionari incaricati dal sindaco. Sono altresì competenti ad eseguire le autenticazioni i consiglieri comunali che comunichino la propria disponibilità al sindaco.
Le Autenticazioni sono NULLE se anteriori al 180° giorno precedente il termine fissato per la presentazione delle candidature (art. 14, comma 3, Legge n. 53 del 1990).

c) Indicazione dei delegati incaricati di designare i rappresentanti di lista e di dichiarare il collegamento
La dichiarazione di presentazione di lista deve contenere anche la indicazione di due delegati incaricati di assistere alle operazioni di sorteggio delle liste e di designare i rappresentanti di lista presso ogni seggio elettorale. Sebbene la legge non rechi alcuna disposizione in proposito, è da ritenere, per intuitive ragioni, che i delegati siano preferibilmente da scegliere fra i presentatori e non fra i candidati. Nulla vieta, tuttavia, che la scelta cada su persone che non siano presentatori.
L’indicazione dei delegati di lista non è un elemento essenziale della dichiarazione di presentazione della lista. Una eventuale mancata indicazione di tali delegati non importerà la nullità della dichiarazione; avrà come sola conseguenza l’impossibilità da parte dei presentatori della lista di assistere alle operazioni di sorteggio delle liste e di nominare rappresentanti della lista.

CERTIFICATI ATTESTANTI L’ISCRIZIONE NELLE LISTE ELETTORALI DEI PRESENTATORI DELLE LISTE DI CANDIDATI.
E’ necessario che ogni lista di candidati sia corredata dei certificati comprovanti nei sottoscrittori il possesso del requisito di elettori del comune.
Tali certificati potranno essere anche collettivi e dovranno essere rilasciati dai Sindaci, nel termine improrogabile di ventiquattro ore dalla richiesta.

DICHIARAZIONE DI ACCETTAZIONE DELLA CANDIDATURA ALLA CARICA DI SINDACO E DELLA CANDIDATURA ALLA CARICA DI CONSIGLIERE COMUNALE.
Con la lista deve essere presentata anche la dichiarazione di accettazione della candidatura da parte di ogni candidato.
Per la compilazione di tale dichiarazione non è richiesta alcuna speciale formulazione. E’ necessario, però, che essa contenga l’esplicita dichiarazione del candidato di non trovarsi in alcuna situazione di incandidabilità prevista dall’articolo 10 del d.lgs. 31 dicembre 2012, n. 235 .
Il candidato sindaco deve anche dichiarare di non aver accettato la candidatura in altro comune.
Nessuno candidato consigliere può accettare la candidatura in più di una lista nello stesso comune nè in più di due Comuni qualora le elezioni avvengano nello stesso giorno e chi è stato eletto in un Comune non può presentarsi candidato in altri Comuni.
La dichiarazione di accettazione della candidature deve essere firmata dal candidato ed autenticata dalle persone e secondo le modalità già indicate per la sottoscrizione da parte dei presentatori.

CERTIFICATO ATTESTANTE CHE I CANDIDATI SONO ELETTORI
L’atto di presentazione delle candidature deve essere corredato con i certificati attestanti che i candidati sono iscritti nelle liste elettorali di un qualsiasi comune della Repubblica.
Per quanto riguarda il rilascio di tali certificati, valgono le modalità e le garanzie richieste per il rilascio degli analoghi certificati per i presentatori delle candidature.

CONTRASSEGNO PER I CANDIDATI ALLA CARICA DI SINDACO E PER I CANDIDATI ALLA CARICA DI CONSIGLIERE COMUNALE
Il candidato alla carica di sindaco dovrà essere affiancato da un contrassegno.
Deve presentarsi, per ogni candidato alla carica di sindaco e per ogni lista, un modello di contrassegno, che sarà riprodotto sul manifesto recante le liste dei candidati e sulle schede di votazione.
Il modello del contrassegno dovrà essere presentato in triplice esemplare in due misure diverse, rispettivamente circoscritti uno da un cerchio del diametro di cm. 10 (per la riproduzione sul manifesto delle liste dei candidati) e l’altro da un cerchio del diametro di cm. 3 (per la riproduzione sulla scheda di votazione) e potrà essere anche figurato e colorato.
Si suggerisce ai presentatori delle liste che i contrassegni siano disegnati su carta lucida, con inchiostro di china o tipografico. Si tenga presente che anche eventuali diciture facenti parte del contrassegno dovranno risultare circoscritte dal cerchio.

Si segnalano di seguito i consigli pervenuti dalla Sottocommissione Elettorale Circondariale di Casteggio per la presentazione dei simboli al fine di agevolarne la riproduzione sulle schede e sui manifesti:

SIMBOLO DI cm. 10
In MODALITÀ .jpg in quadricromia con una risoluzione minima di 300 punti per pollice.
Se realizzato con un programma vettoriale e cioè con corel draw (Windows) o Illustrator (Mac), occorre trasformare il logo in tracciato c.m.y.k. (no RGB) e salvarlo senza livelli in .jpg (oppure .pdf).

SIMBOLO DI cm. 3
Formato .gif 100x100 pixel, su sfondo bianco e a 256 colori.

Il file così realizzato con il nome del Comune e della Lista potrà essere consegnato alla Segreteria della Commissione Elettorale su CD/Chiavetta a perdere.

MODALITÀ PER LA MATERIALE PRESENTAZIONE DELLA LISTA
La presentazione deve essere fatta alla segreteria del comune.
La Commissione elettorale circondariale, al termine delle proprie operazioni, procede all’assegnazione di un numero progressivo a ciascuna lista ammessa mediante sorteggio. I contrassegni delle liste verranno riportati sul manifesto dei candidati e sulle schede di votazione secondo l’ordine risultato dal sorteggio stesso, indipendentemente da quello di presentazione o di ammissione.
Nel silenzio della legge, si ritiene che la presentazione materiale delle liste dei candidati può essere effettuata da uno o più candidati o dai sottoscrittori della lista stessa, o dai delegati di lista.

TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE
La presentazione delle candidature alla carica di sindaco e delle liste dei candidati con i relativi allegati deve essere effettuata, durante il normale orario d’ufficio, dalle ore 8 del 30° giorno sino alle ore 12 del 29° giorno antecedenti la data della votazione e più precisamente dalle ore 8.00 alle ore 20.00 di venerdì 25 aprile e dalle ore 8.00 alle ore 12.00 di sabato 26 aprile.

Ufficio di competenza

Nome Descrizione
Responsabile Roberto Bariani
Personale Maia Anna
Indirizzo Via Castello, 24
Telefono 0383.8078233 - 0383.82299
Fax 0383.82472
EMail ufficio.elettorale@comune.casteggio.pv.it
Apertura al pubblico
Apertura al pubblico
Giorno Orario
lunedì, mercoledì e venerdì 08.30 - 13.30
martedì e giovedì 08.30 - 13.30 / 15.30 - 17.30